Our | Blog

Il video scandalo per la promozione dei vini friulani in Russia

Un video erotico per la promozione dei vini friulani in Russia.

Le vigne sullo sfondo ci sono ma certamente non sono quelle che saltano subito all’occhio. Poco importa che i vigneti siano del Friuli Venezia Giulia, Piemontesi o di qualsiasi altra campagna italiana.

Possiamo dire di tutto su questo filmato promozionale del vino friulano sul mercato russo ma certo starà a voi definire se sia la giusta rappresentazione dei valori della viticoltura  e della produzione di vino italiano.

Il lavoro è stato commissionato da Simple, grande esportatore di vini italiani in Russia, video firmato dalla fotografa Iris Brosch mentre le location sono i vigneti sono quelli di Marco Felluga e Volpe Pasini.

Il  consigliere regionale Eleonora Frattolin (M5s) a promettere un’interpellanza in aula sull’accaduto, per portare all’attenzione del Consiglio il danno  se vi possa essere un danno di immagine alla viticoltura friulana e italiana da un video così “originale”.

Secondo voi questo video avrà successo per la diffusione e la promozione del vino friulano in russia?
Il detto di Oscar Wilde diceva “Bene o male, purchè se ne parli” lo possiamo applicare a questo video?

Bonus fiscale per il sito web ed installazione del WI-FI pubblico.

Si chiama “e-bonus” ed è rivolto a chi (alberghi, ristoranti, locali, etc…) sostiene spese di installazione per impianti wi-fi a disposizione gratuita dei propri clienti, ma non solo. Tra le voci di “finanziamento” c’è anche quella relativa ai siti internet: potrà beneficiarne chi rifarà il “look” del proprio portale web. Ecco, nel dettaglio, come funziona l’e-bonus. A spiegarlo, le schede del Sole 24 Ore.

WI-FI: Acquisto e installazione di modem/router; dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terrestri, parabole, ripetitori di segnale);
Costi eleggibili: Spese per impianti wi-fi a disposizione gratuita dei propri clienti con velocità di connessione pari ad almeno 1Megabit/s in download.

SITI WEB: Acquisto di software e applicazioni;
Costi eleggibili: Acquisto e installazione di modem/router.

SISTEMI INFORMATICI: Spese per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, purché in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione tra servizi ricettivi ed extra-ricettivi;
Costi eleggibili: Acquisto software; acquisto hardware (server, hard disk)

PROMOZIONE: Spese per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio.
Costi eleggibili: Contratto di fornitura spazi web e pubblicità online.

FORMAZIONE: Spese per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente;
Costi eleggibili: Contratto di fornitura di prestazioni e di servizi (docenze e tutoraggio).

Contattaci subito per un preventivo gratuito

 

 

Immagini gratis per il tuo blog e facebook

Stanco di impazzire per ricercare  immagini gratis per Facebook e blog. Attenzione, ho detto gratis.

Tutti questi siti si propongono come contenitori di immagini gratuite, ho controllato la veridicità di quest’affermazione, ma nel tempo le cose possono cambiare quindi vi raccomando di verificare di volta in volta.

Ecco un elenco di siti web che preferisco

Una Web Strategy di successo? 5 regole fondamentali.

1. Definisci target & obbiettivi

Devi assolutamente definire quali sono le persone che desideri raggiungere. In base al target definito si andranno a produrre contenuti su misura a proposti direttamente attraverso il tuo blog fino ad arrivare alla social media strategy in modo da produrre una comunicazione concentrata e coordinata. Non bisogna dimenticare gli obbiettivi che si desiderano raggiungere nel breve e nel medio/lungo periodo in modo da gestire in modo efficace le risorse.

2. Il sito web al centro delle nostra comunicazione

Non tutte le imprese si rendono conto di quanto sia importante il proprio sito web e di come esso non dovrebbe limitarsi a fare solo da vetrina. Il tuo sito web deve rappresentare al meglio la tua attività, essere di facile navigazione, comprensione ed interazione  ottimizzato per i dispositivi più comuni, coordinato nei colori e nei font all’immagine della tua impresa. Deve inoltre essere ben chiara quale azione chiedi all’utente di compiere (contattarti? Prenotare? Richiedere un preventivo?) e, come detto, rispondere alle esigenze, linguaggi, domande dei tuoi target.

3. Individua gli obbiettivi del tuo sito web

Tutti i siti  web deve avere degli obbiettivi monitorabili a seconda delle finalità che ha e delle azioni che richiede di fare all’utente.

Nel caso si tratti di una generica impresa commerciale, un obbiettivo potrebbe essere la compilazione e invio del form di contatto per richiedere maggiori informazioni o la richiesta di un preventivo, l’iscrizione alla newsletter.

Nel caso si tratti di un e-commerce, l’obbiettivo può essere il completamento di un ordine e così via.

4. SEO, Social Media Marketing e Blog le chiavi vincenti

Per quanto un’impresa sia piccola, raramente basta un solo strumento o canale per ottenere risultati significativi. E’ molto importante comunicare su più fronti ed integrare varie azioni per innescare traffico verso il nostro sito web. La SEO è fondamentale per farci trovare quando il potenziale cliente ci sta cercando, quanto il Social Media Marketing per farci conoscere ed interagire con gli utenti interessati e la creazione e costante aggiornamento di un blog aziendale che possa fornire contenuti di valore relativi al nostro settore e alle nostre competenze.

5. Controlla e monitora i dati

Uno degli aspetti fondamentali che differenzia i media tradizionali dal Web è la possibilità di analizzare e monitorare chi, come, dove e quando stiamo raggiungendo, come si comportano gli utenti nel nostro sito web. Non avvalersi degli strumenti di monitoraggio che il web ci offre è un peccato mortale, proprio perché i nostri Analytics sono la bussola che ci permette di capire se abbiamo intrapreso la strada giusta o se è forse il caso di valutare altre vie.

Recensioni online c’è da fidarsi?

Hanno fatto la fortuna di eBay e TripAdvisor eppure una su tre è falsa! Impara a scovarla e a dare il giusto valore  a stelline e voti.
Quando acquistiamo online un oggetto o prenotiamo un hotel o bed and breakfast è diventata un abitudine ricercare e leggere le opinioni degli altri.

Ma queste recensioni sono tutte vere e corrette?
Secondo uno studio dell’Università dell’Illinois un terzo delle recensioni pubblicate arrivano  dal business  illegale di recensioni studiate su misura per convincere chi legge sulla bontà del prodotto/servizio.

Riguardo all’Italia il Generale  delle guardia di Finanza (Umberto Rapetto) ha dichiarato che alcuni ristoranti toscani hanno ricevuto intimidazioni quando hanno tentato di resistere a queste offerte  sulle recensioni fasulle.
L’antitrust a maggio ha aperto un indagine proprio su TripAdvisor per verificare se il portale adotti misure idonee a contrastare il fenomeno.
Imparare dunque a riconoscere le recensioni fasulle da quelle reali è diventato dunque fondamentale.

Individua i buoni consigli

Non ti fermare alle stelline
Il voto o le stelline hanno un valore solo quando ci sono state almeno 30 o più valutazioni in questo modo il prodotto o servizio avrà un voto anche di popolarità.

Ascolta chi ti assomiglia
Chi scrive questo posto è bellissimo ma ha fatto una vacanza da single chiaramente si discosta da una famiglia con 2 figli piccoli. Quindi dobbiamo ricercare le esperienze simili alle nostre necessità.

Vai a caccia delle “mezze stelline”
Solitamente chi assegna voti molto precisi è pignolo quindi molto più preciso ed accurato nel descrivere al meglio il prodotto o servizio

Cerca l’esperto
Se devi acquistare un prodotto tecnologico non ti soffermare a leggere esclusivamente i  commenti dei consumatori ma ricerca in rete anche le recensioni di persone esperte nel settore .

Contatta gli altri clienti
Se desideri ricercare delle informazioni reali ed ancora più puntuali puoi ricercare attraverso i social network le persone che hanno effettato la recensione e porre in modo garbato e con cortesia una domanda. Inoltre potresti ricercare la pagina facebook della azienda e ricerca direttamente i feedback direttamente li.

Smaschera le opinioni fittizie

Osserva il linguaggio
Quando vengono utilizzati aggettivi superlativi  sono il primo indizio. L’uso eccessivo di termini inusuali o eccessivamente positivi potresti ricercare nella pagina se vi sono altri post che utilizzano gli stessi vocaboli firmati con  nomi diversi potrebbero essere la stessa persona che ha generato dunque recensioni fasulle.

Analizza chi recensisce
I “professionisti” della finta recensione solitamente forniscono pareri su ristoranti ed hotel distanti migliaia di  chilometri nell’arco di poche ore.  Desideri verificare tu stesso? Clicca sul profilo di chi scrive e verifica le date e gli orari di chi scrive. Il falsario avrà fatto colazione a Milano, pranzo a New York e cena a Sidney. Diffida anche di chi ha un solo giudizio potrebbe aver creato ad hoc l’account solo per quella recensione.

Scarta i giudizi-fotocopia
Alcuni falsi utenti si registrano con diversi nickname e nell’arco di pochi minuti creano recensioni molto simili. Ovviamente questo non è un buon segno. Incrocia i vari dati in questo modo ti potrai fare un idea delle veridicità.

Occhio alle recensioni negative
Non è una rarità che i clienti si vendichino in rete contro il commerciante o albergatore magari per un mancato trattamento privilegiato. Quando vi trovate di fronte ad una recensione estremamente negativa confrontatela con altre pubblicate nello stesso periodo e controllate anche cosa l’utente ha scritto in altre occasioni in modo da calibrare al meglio e soppesare la sua capacità di critica.

Cerca le repliche del gestore
Raramente i gestori rispondono ad una critica ma una replica garbata induce a pensare che l’esperienza negativa costituisca una eccezione che conferma la regola.

Perché le emozioni vendono più degli sconti?

Secondo una ricerca sul marketing emozionale svolta da Creston Unlimited su un campione di intervistati nel Regno Unito sarebbero le emozioni, e non il valore economico, a guidare le decisioni di acquisto degli utenti.

La ricerca sottolinea come la vendita di un prodotto o servizio non si limiti alla soddisfazione di un bisogno materiale, ma coinvolga una serie di bisogni emozionali e sociali, protagonisti nella decisione di acquisto finale.

Password sicure e facili da ricordare

Da una ricerca effettuata 10.000 parole offrono l’accesso al 98% degli “account”. Per questo motivo è necessario utilizzare una password efficace!

In questa pagina vedremo come creare delle password che abbiano un buon livello di sicurezza e che siano allo stesso tempo facili da ricordare.

Posta Elettronica Certificata ecco raccontatti tutti i vantaggi!

La Posta Elettronica Certificata (abbreviata con PEC) è l’alternativa elettronica alla vecchia raccomandata con ricevuta di ritorno, quella che costa denaro e lunghe attese. La PEC è divetata obbligatoria per aziende e professionisti.

Per utilizzarla serve creare una casella di posta particolare che solo gestori autorizzati possono fornire. L’elenco di questi gestori autorizzati è gestito dall’Ente Nazionale per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione DigitPA www.digitpa.gov.it .

Internet ha una notevole influenza sui consumatori

Secondo un ultimo sondaggio targato Nielsen, Internet ha una notevole influenza sui consumatori interessati ad acquistare nuovi prodotti per categorie come l’elettronica (81%), elettrodomestici (77%), libri (70%) e musica (69%).

La tendenza sta prendendo piede anche per quanto riguarda i generi di alto consumo come il cibo e bevande (62%), igiene personale (62%), la salute personale/farmaci (61%) e la cura dei capelli (60%). Dal campione è emerso come gli intervistati residenti nelle zone dell’Asia del Pacifico, America Latina e Medio Oriente / Africa siano maggiormente influenzati nelle loro decisioni da ciò che osservano online. Inoltre, più della metà di tutti gli intervistati considerano Internet come fonte importante quando si tratta di acquistare nuovi capi d’abbigliamento (69%) e automobili (68%).

Nello specifico, gli intervistati statunitensi affermano che internet è molto/abbastanza importante quando i effettua una nuova decisione di acquisto per prodotti di elettronica (73%), elettrodomestici (63%), auto (62%) e musica (59%). Poco meno della metà degli intervistati, invece, prendere in considerazione l’influenza di Internet per le decisioni riguardanti prodotti d’abbigliamento (48%) e auto (68%).

I risultati della ricerca “Nielsen Global Survey of New Product Purchase Sentiment”, si basano su un campione di più di 29.000 intervistati con accesso a Internet da 58 paesi nel mondo.

La ricerca continua poi sul versante social media. Questi ultimi, infatti, risultano parte integrante nel processo decisionale e strumento grazie al quale venire a conoscenza di nuovi prodotti.

“I consumatori cominciano a reputare sempre più spesso Internet (anche su dispositivi mobili)come un mezzo altrettanto valido se comparato con le pubblicità più tradizionali”, ha affermato Rob Wengel, vice presidente senior di Nielsen Analytics Innovation che continua: “I social media possono anche essere un modo per venire a conoscenza di potenziali nuovi prodotti o innovazioni future”.

Fonte: http://www.techeconomy.it