Bonus fiscale per il sito web ed installazione del WI-FI pubblico.

Si chiama “e-bonus” ed è rivolto a chi (alberghi, ristoranti, locali, etc…) sostiene spese di installazione per impianti wi-fi a disposizione gratuita dei propri clienti, ma non solo. Tra le voci di “finanziamento” c’è anche quella relativa ai siti internet: potrà beneficiarne chi rifarà il “look” del proprio portale web. Ecco, nel dettaglio, come funziona l’e-bonus. A spiegarlo, le schede del Sole 24 Ore.

WI-FI: Acquisto e installazione di modem/router; dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terrestri, parabole, ripetitori di segnale);
Costi eleggibili: Spese per impianti wi-fi a disposizione gratuita dei propri clienti con velocità di connessione pari ad almeno 1Megabit/s in download.

SITI WEB: Acquisto di software e applicazioni;
Costi eleggibili: Acquisto e installazione di modem/router.

SISTEMI INFORMATICI: Spese per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, purché in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione tra servizi ricettivi ed extra-ricettivi;
Costi eleggibili: Acquisto software; acquisto hardware (server, hard disk)

PROMOZIONE: Spese per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio.
Costi eleggibili: Contratto di fornitura spazi web e pubblicità online.

FORMAZIONE: Spese per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente;
Costi eleggibili: Contratto di fornitura di prestazioni e di servizi (docenze e tutoraggio).

Contattaci subito per un preventivo gratuito